Edizione 2022

PRIMA VOLTA IN FRIULI VENEZIA GIULIA
Enovitis in campo torna nel Nordest italiano e, per la prima volta nella sua ormai lunga storia, arriva in Friuli Venezia Giulia: una Regione che oltre ad essere universalmente nota per la qualità delle produzioni vitivinicole è anche la storica “culla” del vivaismo viticolo, nonché patria di alcuni tra i migliori produttori italiani di vini bianchi; regione di confine, diviene centro di attrazione oltre che per tutto il Nordest italiano anche per gli operatori vitivinicoli di Croazia, Slovenia, Austria e Ungheria.
I vigneti che ci ospiteranno sono quelli della Tenuta Cà Bolani, nel cuore della Doc Aquileia. Con oltre 500 ettari rappresenta la più importante estensione a vigna del Nord Italia; un magnifico giardino di vigne e una straordinaria biodiversità, protetti da 999 cipressi lungo i viali che delimitano gli appezzamenti.
Territorio di “confine”, il paesaggio del Friuli Venezia Giulia è caratterizzato da pianure costiere, colline e montagne; a Cervignano del Friuli, dove la coltivazione della vite è documentata già a partire dall’epoca romana, si trova Cà Bolani, in posizione protetta tra le Alpi e l’Adriatico.
Acquistata dalla famiglia Zonin nel 1972, Cà Bolani con i suoi 900 ettari totali di cui 565 vitati, vede protagonisti i vitigni a bacca bianca: Pinot grigio, Sauvignon blanc, Pinot bianco, Friulano, Traminer e Glera, allevati a cordone speronato e guyot, con densità d’impianto di 5.000 ceppi/ettaro.