Enovitis extrême 2020

Torna Enovitis extrême, l’evento dimostrativo dedicato alla viticoltura delle zone impervie, in elevata pendenza e talvolta anche a quote elevate: in una parola “eroica”.
Il successo della prima edizione, svoltasi nel 2018 in Valle d’Aosta, ha testimoniato l’interesse verso questa “nicchia” di mercato, derivante dalle particolari e specifiche necessità tecnologiche dei tanti viticoltori operanti nelle zone alpine e appenniniche italiane, ma anche transfrontaliere della Francia, Svizzera, Austria e Slovenia.

UN APPUNTAMENTO MIRATO
Per questo Unione Italiana Vini, da sempre protagonista nel trasferimento delle innovazioni dai fornitori agli utilizzatori e nelle attività formative e informative in ambito vitivinicolo, ha deciso di dedicare un appuntamento specifico, con cadenza biennale, alla presentazione e alla prova di quelle tipologie di attrezzature, macchine e prodotti progettati specificamente per l’utilizzo negli ambienti sopra menzionati, ovvero pendenze elevate e sesti d’impianto ridotti laddove sono fondamentali la manovrabilità e la capacità di operare in spazi esigui.

A CHI SI RIVOLGE
I vigneti “eroici”, oltre al pregio dei vini che ne derivano, rappresentano anche un’estrema difesa per la salvaguardia del territorio. Ma si caratterizzano anche per gli elevatissimi costi di produzione se rapportati alla viticoltura di pianura o di zone in cui la meccanizzazione riesce ad essere pressoché integrale. Inoltre, quand’anche le operazioni colturali riescono a essere meccanizzate, è necessario l’utilizzo di macchine operatrici e attrezzature specificamente progettate e destinate all’impiego in condizioni del tutto particolari, prodotte e costruite quasi artigianalmente.

QUANDO E DOVE
Con l’obiettivo complementare di valorizzare e comunicare le peculiarità dei singoli territori, Enovitis extrême abbraccia il principio dell’itineranza spostandosi di volta in volta nei territori più caratteristici.
La seconda edizione di Enovitis extrême si svolgerà il prossimo 16 luglio in Trentino, presso una delle aziende agricole di proprietà della Fondazione Edmund Mach situata a Pergine Valsugana
La Fondazione Edmund Mach svolge attività di ricerca scientifica, istruzione e formazione, sperimentazione, consulenza e servizio alle imprese, nei settori agricolo, agroalimentare e ambientale. La sua gestione è ispirata a criteri di efficienza, economicità e trasparenza e non ha finalità di lucro. La Fondazione continua gli scopi e l’attività dell’Istituto agrario di San Michele all’Adige, fondato dalla dieta di Innsbruck il 12 gennaio 1874, e del Centro di ecologia alpina costituito con legge provinciale 31 agosto 1992, n. 17.


UNIONE ITALIANA VINI organizza dal 1998 Enovitis in campo, prima e unica rassegna dimostrativa con rilevanza nazionale dedicata alla prova in campo delle tecnologie per la coltivazione del vigneto, la cui prossima edizione è in programma il 18 e 19 giugno 2020 in Piemonte. Forte quindi dell’esperienza acquisita in 14 edizioni di Enovitis in campo, Unione Italiana Vini con Enovitis extrême va a completare un importante tassello nel variegato mosaico della promozione delle tecnologie per la viticoltura italiana e internazionale.

Clicca QUI per scaricare la documentazione